I vigili del fuoco di Edolo hanno celebrato la patrona Santa Barbara sabato, aprendo la sede di via Gelpi per mostrare ai visitatori i veicoli e le attrezzature utilizzati nelle missioni di soccorso.

Un capitolo a parte è stato riservato ai nuovi strumenti di comunicazione, che hanno sostituito tutti gli altri apparati utilizzati per rintracciare i componenti della squadra reperibile.

Si tratta di una app messa a punto da un pompiere del  Trentino che tutti i volontari hanno installato sullo smartphone. Quando sul telefono di soccorso arriva la chiamata basta avviare l’applicazione e in tempo reale il messaggio raggiunge tutti quelli che in quel determinato momento sono disponibili. Grazie a questo nuovo sistema i tempi di intervento si sono ridotti drasticamente.

Il nuovo strumento è stato acquistato dall’associazione grazie a un generoso contributo erogato da una famiglia edolese per ricordare un parente scomparso recentemente.

Oltre all’applicazione, in via Gelpi sono arrivati anche 12mila euro stanziati dalla Regione nell’ambito di un progetto complessivo da mezzo milione di euro finalizzato a sostenere tutti i gruppi di volontari che operano in Lombardia, somma che verrà in parte investita nell’acquisto di un divaricatore a batteria, uno strumento essenziale per poter liberare una persona incastrata tra le lamiere in luoghi difficilmente raggiungibili dalle autopompe.

La festa di Santa Barbara è stata anche l’occasione per presentare i dati relativi ai primi undici mesi del 2017, che ha visto più di 170 missioni svolte, e per ribadire il sogno di reclutare nuove forze.

Share This