Due lavoratori su dieci all’ospedale Civile di Brescia, hanno contratto il Coronavirus. E’ uno dei primi dati che trapelano dai test sierologici che sono stati effettuati tra giovedì e venerdì nel bresciano e rivelati dal Giornale di Brescia. Un 20% di operatori impegnati nell’ospedale cittadino è quindi risultato positivo al test, il che, però, non vuol dire che ora sia immune e non debba rispettare tutte le disposizioni di sicurezza indicate.

I 5.142 tamponi effettuati hanno riguardato anche gli operatori dell’Ats. In questo caso, 4 lavoratori su dieci sono risultati positivi: un dato che differisce rispetto a quello del Civile per il semplice fatto che in questo caso il test è stato fatto sul personale rimasto a casa con sintomi simil-influenzali: proprio loro, se risultati positivi, dovranno quindi continuare l’isolamento, in attesa di effettuare un altro tampone. Dal 4 maggio i test sierologici saranno effettuati a livello nazionale su un campione di 150mila persone: ad occuparsene sarà l’azienda Abbott, che ha deciso che i test saranno gratuiti.

Share This