Il Breno continua a sognare la Serie D.

 

La squadra allenata da Mario Tacchinardi è attesa domenica a Canelli (Asti) per la partita di ritorno della semifinale della fase nazionale di play-off. I granata partono con il vantaggio del 2-0 nell’andata di domenica scorsa, ma non hanno intenzione di abbassare la guardia.

‘Siamo consapevoli di aver fatto un ottimo campionato e di aver giocato un’ottima partita domenica’, ha detto ai nostri microfoni Tacchinardi, ‘però siamo con i piedi per terra. Abbiamo lavorato in settimana molto bene, consapevoli che affronteremo una gara difficile, ma siamo carichi, vogliamo dare ancora una grossa soddisfazione ai tifosi’.

Proprio i sostenitori, soprattutto nelle partite in cui in palio c’è la promozione, diventano il dodicesimo uomo in campo. ‘Il loro tifo conta tantissimo, ma è contato per tutto l’anno’, ammette Tacchinardi, ‘sono stati l’uomo in più della stagione, ci hanno sostenuto anche quando abbiamo faticato’. Sul campo piemontese, il Breno potrà contare anche su di loro: un pullman carico di tifosi partirà domenica alle ore 08:30 proprio per stare accanto alla squadra.

Pronostici sulla partita, Tacchinardi preferisce non farli: ‘I play-off sono delle partite in cui l’aspetto emotivo è fondamentale, ed i ragazzi sentono la responsabilità di questi impegni. Il nostro obiettivo è vincere i play-off, e lavoriamo ogni settimana per raggiungerlo. I ragazzi sono responsabili e soprattutto carichi per raggiungere l’obiettivo’.

In virtù del vantaggio ottenuto all’andata, il Breno per passare il turno potrebbe anche perdere 1-0. ‘Noi andremo là per cercare di vincere come abbiamo fatto tutto l’anno’, garantisce il mister, ‘siamo una squadra che deve giocare a calcio, che deve imporre il proprio gioco. Se dovessimo vincere, andremmo in finale probabilmente con il Legnano. Una gara che vale la stagione, perché anche il Legnano è un avversario forte, che ha vinto tante gare. Sarà sicuramente una grande sfida’.

Share This