Altre due giornate da bollino rosso, per Brescia, che rientra a pieno tra le città italiane maggiormente colpite dall’ondata di calore record che sta interessando tutta la Penisola. Per la giornata di giovedì, oltre a Brescia ci sono altre tredici città italiane a cui il Ministero della Salute ha attribuito il bollino rosso, mentre venerdì il numero totale di città con alto rischio di disagio causato dal caldo saranno sedici.

Un caldo che non risparmia le montagne, dove in questi giorni si stanno registrando temperature fino a qualche tempo fa impensabili: sul Guglielmo, a 1.800 metri di quota, si toccano punte di 19-20 gradi, mentre a Pantano d’Avio, a 2.100 metri di quota sull’Adamello, la temperatura massima è arriva a 21 gradi.

Anche tutta la Vallecamonica sarà attraversata da alte temperature, dai 38 gradi di massima previsti ad Iseo, passando per i 37 di Breno, i 35 di Darfo, i 33 di Edolo ed i 28 di Pontedilegno. Per avere un po’ più di fresco dovremo aspettare l’inizio della prossima settimana, quando sono anche previste alcune precipitazioni temporalesche. A proposito di acqua, prosegue l’emergenza idrica: dopo Losine e Capo di Ponte, anche Gianico ha emesso un’ordinanza con cui interrompe l’erogazione di acqua tutti i giorni dalle ore 23:30 alle 06:00.

Share This