Un tour virtuale in uno dei più importanti siti di arte rupestre del mondo, in Azerbaigian. A proporlo questo pomeriggio è il Centro Camuno di Studi Preistorici di Capo di Ponte, che sta promuovendo un ciclo di conferenze sul territorio a cadenza mensile, offrendo uno spazio di condivisione e confronto fra studiosi che si occupano di archeologia e arte rupestre.

L’iniziativa si intitola “Parlando di arte rupestre” e ha, attraverso una piattaforma smart, l’obiettivo di informare il vasto pubblico sulle ricerche in corso, i diversi punti di vista dei ricercatori, i dibattiti ancora aperti e le nuove pubblicazioni.

L’appuntamento odierno alle ore 15:30, in diretta Facebook, vedrà Dario Sigari approfondire il tema: “Arte rupestre all’aria aperta, gruppi umani e territori. Il caso del Gobustan”.

La regione del Gobustan si trova al confine tra Asia occidentale ed Europa orientale e le sue rocce sono una testimonianza preziosissima per comprendere il pensiero simbolico dei nostri antenati, i cambiamenti ambientali con le relative trasformazioni dei paesaggi, e l’uso dei territori. Si approfondiranno alcune questioni principali, molte delle quali sono oggi al centro di una nuova campagna di ricerca archeologica.

Per seguire la conferenza basterà connettersi alla pagina Facebook del Centro Camuno di Studi Preistorici, dov’è già pubblicata la conferenza tenuta a febbraio, sempre per “Parlando di arte rupestre” da Angelo Fossati su “L’arte rupestre della Valcamonica nell’Età del Ferro”.

Share This