Anche il Circolo Culturale Ghislandi riparte con le sue iniziative. Con il motto #LaCulturaNonSiFerma, l’associazione ha dato il via, con il mese di giugno, a nuove attività: è il caso di un ciclo di tre incontri, rigorosamente online, che permettono così una ripresa di un dialogo sulla cultura in Vallecamonica garantendo la massima sicurezza ai suoi partecipanti.

“Questa pandemia ha influito anche su di noi e sulle altre associazioni culturali, oltre che sul mondo delle relazioni”, ci ha raccontato Mariella Minini, presidente del Circolo, “noi del Consiglio di gestione abbiamo continuato a sentirci tramite alcuni applicativi online per ragionare su che cosa offrire al territorio ed ai nostri associati in questo periodo”.

L’intervista a Mariella Minini, presidente del Circolo Culturale Ghislandi

E’ nata così l’idea di tre incontri, uno dei quali, dedicato alla Repubblica ed al libro “Nina e la Costituzione” di Paola Trotti, è andato in scena il 2 giugno scorso tramite l’applicazione Meet ed in collaborazione con il Comune di Malegno e Malegno Comunità Che Educa. “I prossimi saranno il 18 e 25 giugno, ci spiega la Minini, “il primo sarà dedicato alla Beat generation 2.0, condotto da Danilo Fedriga con la mia introduzione. L’ultimo sarà invece condotto da Paolo Dentella e Magda Stofler, curatori della mostra di Fiorino Gheza ‘Scorci di guerra e di prigionia’. Ci sarà la possibilità di vedere una galleria di pannelli fotografici della mostra stessa. Gli incontri si terranno online in diretta sulla pagina Facebook del Circolo, con la possibilità di intervenire tramite domande e commenti”.

Il Circolo, però, sta già pensando al futuro: innanzitutto il 31 luglio scadrà il termine di presentazione delle domande per la borsa di studio intitolata a Mario Nobili per lauree triennali e/o magistrali (a questo link tutte le informazioni). Oltre a questo, però, ci racconta la Minini, lo sguardo è rivolto anche ad altre iniziative: “Abbiamo ancora da completare gli incontri del seminario ‘Tre Homini Illustri’: siamo riusciti a tenerne solo uno, li vogliamo proporre a settembre. Poi avremo un’altra trilogia di incontri sugli uomini illustri della Vallecamonica, con altri tre personaggi inattesi, che terremo in autunno. Speriamo, ardentemente, in presenza. Ci sono poi altri incontri a tema artistico che stiamo organizzando. Vorremmo anche portare in altre località la mostra che presenteremo online il 25 giugno”.

In tempo di Covid, con l'#laculturanonsiferma il Circolo culturale Guglielmo Ghislandi ha organizzato la rassegna Valle…

Pubblicato da Circolo culturale Guglielmo Ghislandi su Domenica 31 maggio 2020

Tanta cultura, per il Circolo, ma anche solidarietà, grazie ad una donazione effettuata dai membri agli ospedali di Esine ed di Brescia in piena emergenza sanitaria: “Anche noi, come associazione, viviamo di donazioni”, conclude la presidente, “per cui come le riceviamo abbiamo deciso di farne”.

Share This