La valorizzazione dell’accessibilità del Parco Archeologico comunale di Seradina e Bedolina vale 600mila euro. L’Amministrazione di Capo di Ponte ha presentato un progetto che si è classificato terzo nella graduatoria regionale per lavori sul patrimonio pubblico a fini culturali, che dovrebbero concludersi in tempo per il 2023, anno di Brescia e Bergamo capitali della cultura.

Si punterà sul restauro e la manutenzione conservativa delle rocce e sul miglioramento dell’accessibilità a Bedolina, in particolare alle rocce 1-7, con otto interventi, quattro nell’area d’accesso, dove sarà creata una nuova struttura in acciaio corten, e quattro nella roccia 7, per la quale sarà coperta la parte senza incisioni, permettendo ai visitatori di avvicinarsi in sicurezza alla parte incisa.

Prevista inoltre la sostituzione del ponticello di Bedolina, sempre con una struttura in corten, che permetterà di osservare dall’alto la roccia 21.

Il terzo lotto di lavori prevede nove micro interventi, quattro nell’area sud e cinque nella nord, per valorizzare e migliorare l’accessibilità a Seradina I e alla roccia 12, mentre il quarto lotto vedrà la sistemazione dell’accessibilità, della sicurezza e della sostenibilità ambientale ed energetica degli edifici e dei percorsi di collegamento al Parco.

Infine, si pulirà un’area di circa 4.700 metri quadri e verranno sistemati i muretti a secco e i terrazzamenti nei pressi dell’area archeologica. Anche la segnaletica verrà rivista, con soluzioni a più basso impatto estetico e paesaggistico.

Share This