A Pisogne prendono il via tre importanti misure, messe in campo dall’amministrazione con lo sguardo rivolto ad uno dei problemi più sentiti dalla società: il rapporto tra giovani e mondo del lavoro. Lo annuncia il sindaco, Federico Laini, aprendo così i tre bandi, disponibili sul sito del Comune di Pisogne.

La prima misura si riferisce alla formazione, poiché spesso il mercato del lavoro richiede competenze ulteriori rispetto a quelle che fornisce la scuola. Il Comune ha messo a disposizione delle risorse attraverso cui verranno concessi contributi per la frequenza di corsi di formazione organizzati da organismi regolarmente accreditati in base alla normativa vigente.

In secondo luogo, con l’obiettivo di dare maggiori opportunità occupazionali ai pisognesi, in una situazione socio-economica aggravata dalla pandemia da Covid-19, sono previsti contributi a fondo perduto alle aziende che favoriscano concretamente l’avvio al lavoro di soggetti residenti nel Comune di Pisogne ed abbiano attivato o attivino contratti di lavoro subordinato con gli stessi.

L’ultima misura è rivolta sia alle aziende che ai giovani dai 18 ai 30 anni. Il Comune si farà carico dei costi necessari perché giovani pisognesi disoccupati possano sperimentare un periodo di tirocinio extracurriculare con finalità formative presso imprese e società, con l’auspicio che questi tirocini consentano ai giovani di entrare nel mondo del lavoro con più facilità.

Share This