Mentre le castagne della Deria iniziano a cadere dagli alberi, a Paspardo si lavora per portare avanti il sogno del Consorzio della Castagna, che negli anni ha avuto molte difficoltà di gestione e mantenimento.

La buona notizia è che i debiti del Consorzio, attualmente guidato dalla volontaria Enrica Ruggeri, sono stati in parte ripianati.

Inoltre, per ridurre i costi di produzione e di trasporto dei Castagnoli, gli ormai celebri biscotti fatti all’80% con farina di castagne, il biscottificio di Ponte di Legno è stato dismesso. Ora si produrrà tutto a Paspardo. L’impastatrice, la cella di lievitazione, gli stampi e il forno sono stati portati nella sede del Consorzio, che è così autonoma lungo tutta la filiera di produzione.

Dalla materia prima, che proviene da tutta la Vallecamonica, si passa all’essiccazione e alla produzione della dolce farina, che viene impiegata per prodotti di pasticceria e non solo. Il marchio del Consorzio viene apposto anche su distillati, miele, birra, crema e pasta. A breve verrà avviata, in vista del Natale, anche la produzione di panettoni, che vanta una domanda di tutto rispetto.

Share This