La sfida è di quelle importanti: rilanciare il turismo in Vallecamonica.

 

Ad affrontarla sarà il nuovo Consorzio Turistico di Vallecamonica, nato dall’affiliazione di Adamello Ski, del Consorzio Thermae e Ski di Darfo e della Società Funivia di Borno e che raggruppa circa cento operatori turistici. ‘Stiamo dimostrando che uniti si vince dopo aver lanciato quattro anni fa questa scommessa sul turismo’, ha spiegato Oliviero Valzelli, presidente della Comunità Montana, ‘siamo convinti che questa volta vi siano tutte le condizioni per riuscire in questa impresa storica per la Valle Camonica e per mettere a frutto in modo permanente il lavoro fatto in questi anni’.

Il Consorzio avrà sede a Boario Terme: sotto la guida di Alberto Ficarra, nominato presidente, si occuperà di promozione culturale ed artistica, ma anche di benessere, cicloturismo, enogastronomia e natura, oltre a mantenere i rapporti con l’agenzia regionale Explora. ‘C’è necessità di fare rete con un soggetto unico’, ha aggiunto Ficarra, ‘e di superare i troppi campanilismi: dobbiamo insomma essere in grado di vendere la valle per intero come fanno Valtellina ed il Trentino’.

Share This