Gli impianti di risalita rimangono fermi, la riapertura questa volta è stata fissata al 15 febbraio. Nel comprensorio Ponte di Legno – Tonale la speranza di poter aprire gli impianti non è stata ancora abbandonata, considerando che in quota le condizioni della neve si mantengono ottimali fino alla primavera.

A spiegarlo è il direttore del Consorzio Michele Bertolini: “La stagione sciistica a questo punto è compromessa al 90%, ma se a febbraio il Governo darà realmente la possibilità di aprire gli impianti di risalita, lo faremo senz’altro”.

Bertolini prosegue: “A differenza di altri comprensori sciistici, noi abbiamo il ghiacciaio Presena che rappresenta una risorsa molto preziosa perché ci garantisce una stagione più lunga, che arriva fino a maggio inoltrato”.

Questo, unitamente ai tanto attesi ristori, dovrebbe aiutare tutte le realtà e le attività commerciali del comprensorio. “Questo continuo rimandare la possibile data di apertura degli impianti di risalita ha creato enormi difficoltà a tutto il comparto, ma la voglia di lavorare non è venuta meno” afferma il direttore del Consorzio Ponte di Legno – Tonale.

In attesa di una data di apertura, che dovrà essere accompagnata da precise linee guida approvate dal Comitato Tecnico Scientifico, il Consorzio ha predisposto alcune modalità di acquisto degli skipass e di accesso alla ski area a favore della tutela degli utenti. Si va dalla vendita online degli skipass, con la possibilità di ricevere a casa la tessera k-card senza dover quindi passare dalla biglietteria, ad un software che in tempo reale fornirà i dati sull’affluenza alle varie aree del comprensorio, ad una app che permetterà di prenotare il posto sugli impianti di risalita (primo accesso).

Share This