Il presidente della Provincia Pierluigi Mottinelli è accusato di peculato.

L’accusa è di essersi appropriato di un’auto assegnata al Gabinetto di presidenza del Broletto e di averla utilizzata gratuitamente anche per scopi personali, come i viaggi per coprire la distanza tra casa e lavoro.

Dal febbraio del 2016 al gennaio del 2018 con l’auto della provincia Mottinelli avrebbe percorso circa 70mila chilometri.

Il rifornimento dell’auto avveniva attraverso una carta carburante che gli era stata assegnata. Secondo l’accusa Mottinelli non aveva però diritto all’automobile, ma al massimo al rimborso di un quinto di quanto speso per recarsi al lavoro.

Raggiunto dall’avviso di conclusione delle indagini Mottinelli si è difeso dicendo: “L’auto mi è stata assegnata dall’avvocatura provinciale attraverso un atto ufficiale. Sono comunque pronto a fornire ogni chiarimento”.

Share This