Il maltempo di questo fine settimana non è stato dalla parte del comprensorio Pontedilegno-Tonale, che ha ufficialmente aperto la stagione sciistica mettendo a disposizione undici piste tra sabato e domenica. Gli sciatori non sono mancati, ma ora si spera che il tempo sia più clemente nel corso della settimana e che il ponte dell’Immacolata possa portare in Alta Valle ancora più sciatori, sancendo definitivamente l’inizio della stagione.

Undici, come detto, le piste disponibili per gli appassionati: grande assente di questa apertura degli impianti il Presena. Un’assenza insolita, quella del ghiacciaio, che l’anno scorso aveva aperto addirittura il 6 novembre e che quest’anno, invece, si ritrova in difficoltà per l’assottigliamento del ghiaccio e la scarsità della neve.

I motivi sono ormai noti a tutti: il 2022 è stato un anno scarso di piogge e quindi anche di neve; non ha aiutato, poi, l’estate appena trascorsa, una delle più calde di sempre. Gli effetti del cambiamento climatico, insomma, si stanno facendo sentire anche in alta quota.

Il Presena è stato imbiancato con una ventina di centimetri di neve il 4 novembre scorso, ma non è bastato per sistemare le piste e renderle fruibili. Se Pontedilegno-Tonale ha potuto aprire le altre piste grazie all’innevamento artificiale dei cannoni sparaneve, per il Presena bisogna ancora lavorare.

[Foto di novembre 2021, di Mauro Mariotti]

Share This