Il lago d’Iseo è a livelli minimi. L’assenza di precipitazioni, pioggia e neve, ne è la causa e i dati raccolti a Sarnico dal Consorzio dell’Oglio al 27 gennaio comunicano che si attestava a quota 4,2 centimetri sopra lo zero idrometrico (l’escursione va da -30 a + 110), in discesa sui 5,6 del giorno prima.

Ben al di sotto della media del periodo, che è pari a 45 centimetri sopra lo zero idrometrico. La portata dell’acqua in entrata (23,5 metri cubi al secondo) è ben inferiore a quella in uscita dal lago (32,9 mc/sec). Il Consorzio dell’Oglio, ente regolatore del sistema idrico, è pronto, in caso si dovessero sfiorare i livelli minimi, a ridurre le erogazioni.

La decisione andrà presa dal suo direttore ancora per poco, Massimo Buizza, prossimo alla pensione dopo 35 anni di monitoraggi e stime. L’ingegnere bresciano, 69 anni, sta ultimando i passaggi di consegne con Doriana Bellani, direttrice del Consorzio del Ticino, che ha accettato l’incarico ad interim a Sarnico. Entro la fine dell’anno il Consorzio sebino dovrà emettere un bando per l’assunzione del nuovo direttore.

Share This