“I consiglieri di opposizione non hanno letto bene il piano della centrale sul fiume Oglio” sostiene il sindaco di Cividate Camuno Cirillo Ballardini.

 

La risposta del primo cittadino non si fa attendere dopo l’attacco di Fabio Gelfi e Cesare Damiola, che lo accusano di aver male investito nella costruzione dell’impianto, che rischia di non essere sostenibile economicamente.

Ballardini precisa che, dei 3milioni di mutuo, 550mila serviranno a finanziare altri lavori come spostamento del museo, centro sportivo e manutenzioni.

A infastidire il sindaco l’insinuazione dell’aumento dei costi della parte elettromeccanica: “Il business plan utilizzato è un documento preliminare, che non prevedeva a esempio tutto il costo della traversa e ipotizzava il posizionamento di una turbina di piccole dimensioni, mentre già in sede di progetto definitivo le turbine sono più grandi e costose”.

Rispetto a imprevisti e cambi di normativa, Ballardini precisa che è stata stipulata un’assicurazione contro imprevisti atmosferici e azioni dell’uomo.

Share This