A causa del malfunzionamento del Sistema informativo socio sanitario (il cosiddetto Siss,) della Regione Lombardia, dal tardo pomeriggio di sabato 14 agosto sono offline una serie di servizi (come da foto), con conseguenti problemi.

Non solo per i semplici cittadini, ma anche per chi, con il Siss, ci lavora quotidianamente ormai: il malfunzionamento comporta infatti il blocco della normale operatività delle farmacie, che non possono adempiere a tutti i servizi che richiedono la tracciatura all’interno del Sistema, come tamponi, green pass, prenotazioni Cup e le ricette mediche dematerializzate (possono essere erogate solo in presenza del promemoria digitale o cartaceo), oppure l’erogazione dei prodotti per la diabetica e la celiachia. Complicazioni anche per i medici di base nell’invio delle ricette elettroniche.

Il disservizio è generalizzato, per un guasto che impatta su tutti i sistemi regionali e per il quale i tecnici di Aria stanno lavorando dal 14 agosto. Il sistema potrebbe riattivarsi gradualmente, aveva assicurato la Regione in una nota lunedì, ma anche il 17 agosto le cose non sono andate meglio e tanti link sono fuori uso, come l’accesso al fascicolo elettronico.

Per garantire comunque un tracciamento in caso di tamponi con esito positivo l’Ats ha chiesto alle farmacie di trasmettere i dati dei soggetti positivi via e-mail, mentre quelli negativi andranno inseriti appena il sistema informatico complessivo si riattiverà.

 “Federfarma Brescia, a nome delle farmacie associate, ha deciso di informare i cittadini di questi problemi – dichiara la presidente Clara Mottinelli – e di sottolineare le enormi difficoltà in cui si trovano le farmacie, con relativi disagi per le gente in un periodo come l’attuale. Riteniamo a questo punto indispensabile che la Regione Lombardia riveda le modalità del Siss, almeno per quanto riguarda i servizi citati”.

Share This