Ha un volto brenese il racconto della pandemia che si può leggere sul prestigioso New York Times. In un reportage dal titolo “Turni di vita o di morte”, scritto da Jason Horowitz e con le foto di Andrea Frazzetta, è raccontata l’emergenza che ha colpito soprattutto la Lombardia anche tramite le testimonianze di chi sta vivendo questa situazione in prima linea.

Tra di loro, ovviamente, anche e soprattutto i medici e gli infermieri: così, nella copertina dell’ultimo numero, compare il volto di Monica Falocchi, originaria di Breno, capoinfermiera dell’Unità di Terapia Intensiva del Civile di Brescia. Il suo volto stanco, con i segni degli occhiali protettivi e lo sguardo di chi sa che il proprio lavoro non è ancora terminato rappresentano così anche all’estero queste settimane di estrema fatica per Brescia.

Tra le immagini pubblicate nel reportage, compaiono anche altri bresciani, come Laura Righetti della Croce Blu, Cristian Roversi, dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Tormini di Roè Volciano e Gabriele Tomasoni, primario dell’Unità di Terapia Intensiva sempre del Civile.

Share This