L’attesa è finita e ImmaginArti a Pescarzo e la XXI esposizione di Arti e Mestieri può tornare, dopo i due anni di silenzio dovuti alla pandemia. Dal 30 luglio al 7 agosto andrà in scena la prima delle tre mostre mercato della Vallecamonica, che si snoda lungo le vie del borgo medievale della frazione di Capo di Ponte.

Alle 18:00 di sabato è in programma l’apertura e l’inaugurazione del percorso espositivo alla presenza della Banda Musicale Capontina, cui seguirà anche l’apertura dello stand gastronomico a cura del Gruppo Amici di Pescarzo, che rimarrà attivo per tutta la settimana al campo sportivo. Sabato sera si rimarrà in compagnia della Banda musicale capontina, che si esibirà in maniera itinerante.

Domenica il percorso espositivo aprirà già alle 16:00. Nel pomeriggio si potrà anche visitare la Casa Camuna dell’Età del Ferro con l’Associazione L’OntànoVerde (con replica il 7 agosto). La serata sarà animata da rumba, flamenco, hip hop ed elettronica con i Garrapateros.

Durante la settimana il percorso espositivo e lo stand gastronomico apriranno sempre alle 19:00. Lunedì sono attesi i e 21.00 Cugini di montagna. Martedì si potrà assistere alla battitura della segale, in replica sabato sera, mentre per la parte musicale risuoneranno le fisarmoniche di Luciano Sanzogni e Marco Davide. Mercoledì si esibiranno Nabila e il Ducoli Gafforini duo (rock folk, teatro-canzone). Giovedì la Fanfara di Vallecamonica itinerante, venerdì lungo il percorso espositivo ci sarà Bruna con la sua chitarra e in piazza il Gruppo Passo ballabile (pizziche salentine, tammuriate campane e tarantelle calabresi).

Germano Melotti e i Balarì de l’Adamel sono attesi sabato sera. Domenica, ultimo giorno, il percorso espositivo sarà aperto dalle 16:00. Dalle 20:30 lungo il percorso espositivo ci sarà Luciano Sanzogni con la sua fisarmonica, mentre in Piazza omaggio a Fabrizio De Andrè con Adami, Gorio e Zeni.

Una trentina gli espositori, artigiani, artisti, aziende agricole e associazioni. Presenteranno come sempre i loro prodotti nelle case antiche, negli involti e nelle cantine. Per raggiungere il borgo è consigliato l’utilizzo del bus navetta, con partenza e arrivo presso il Parco tematico di Capo di Ponte.

Share This