Il Consiglio di Amministrazione della Iniziative Bresciane, società con sede a Breno specializzata in impianti idroelettrici di piccole dimensioni, lunedì ha approvato l’accordo di investimento proposto dalla multiutility trentina Dolomiti Energia Holding.

Anche la Finanziaria di Vallecamonica, socio di controllo della In.Bre, ha esaminato ed approvato i termini dell’accordo, che ha ad oggetto un’operazione straordinaria di rafforzamento patrimoniale della Società. Nello specifico, si provvederà ad un primo aumento di capitale, scindibile de a pagamento, per un valore massimo di 7.990.000 euro, da offrire in opzione a tutti gli aventi diritto.

Successivamente, ci sarà un ulteriore aumento di capitale inscindibile, riservato a Dolomiti Energia, per un ammontare massimo di 17.350.000 euro, da sottoscrivere in contanti, mediante emissione di nuove azioni ordinarie con gli stessi diritti e le stesse caratteristiche delle azioni ordinarie della In.Bre già in circolazione.

L’accordo prevede anche che la Finanziaria di Vallecamonica si impegni a sottoscrivere, oltre alla quota dell’aumento di capitale in opzione ad essa spettante, anche l’eventuale inoptato che potrà risultare al termine dell’offerta in opzione dello stesso.

Il Consiglio di Amministrazione ha quindi conferito a Battista Albertani, presidente, ed a Riccardo Parolini, vicepresidente, il potere necessario per convocare i soci della società camuna a cui sottoporre le decisioni in merito agli aumenti di capitale sopra citati.

A seguito dell’accordo, Albertani ha espresso “la più viva soddisfazione per la definizione di un’operazione che garantirà alla Società quel rafforzamento patrimoniale necessario per completare un ambizioso piano di sviluppo ed insieme consentirà di costruire con un importante partner come Dolomiti Energia una duratura e proficua collaborazione basata su rilevanti sinergie industriali”.

Share This