I disservizi registrati in tutta la Lombardia per la campagna vaccinale che stenta a decollare si sono verificati anche ad Iseo. E così, mentre l’Asst di Vallecamonica prosegue la somministrazione delle dosi a pieno ritmo, al centro vaccinale dell’Istituto Antonietti lunedì si è registrato un nuovo tilt, che ha fatto crollare il numero di vaccinazioni dalle 900 di inizio attività a sole 150.

Il motivo sta nel caos dovuto al fatto che gli sms di convocazione siano stati inviati a persone che il vaccino l’avevano già ricevuto: un caos che ha finito per lasciare inutilizzare gran parte delle 400 dosi pronte per essere somministrate e che ha lasciato vuote le postazioni pronte per accogliere coloro che nei giorni scorsi avevano dato la propria adesione.

Come se non bastasse, l’Antonietti ha subìto anche un taglio di postazioni, che ora sono tre al mattino ed una al pomeriggio. Marco Ghitti, sindaco di Iseo, al Bresciaoggi chiarisce che il sistema è in mano ad una società per conto della Regione, ma ammette che il disservizio c’è stato. Lunedì ad Iseo è giunto anche Mauro Borrelli, direttore generale dell’Asst Franciacorta: nessuna dichiarazione da parte sua, ma avrebbe lasciato il centro vaccinale decisamente indispettito.

Share This