Depositate, nei giorni scorsi, le motivazioni con cui il Tribunale ha assolto Oscar Bellicini dall’accusa di aver appiccato l’incendio che a gennaio del 2017 bruciò i boschi di Bienno.

 

Il giudice riconosce il dolo, così come la presenza sul luogo di Bellicini, da lui stessa confermata durante le udienze, ma non era l’unico sul posto negli orari in cui è stato generato l’incendio. Inoltre, gli inquirenti si sarebbero concentrati solo sulla vettura di Bellicini nelle loro indagini, e non sulle altre che passano spesso su quelle strade. Anche il movente, secondo cui il rogo sarebbe stato causato dall’attività di bracconaggio, non può essere attribuito a Bellicini. Il giudice considera ‘fragile’ l’accusa, trovando così elementi per poter assolverlo.

Share This