Restano critiche le condizioni delle persone rimaste coinvolte, martedì mattina, nell’incidente in galleria a Capo di Ponte che ha provocato la morte di Giacomina Ghirardi.

 

In particolare, preoccupano Ennio Franceschetti, 77 anni, e la moglie Caterina Archetti, di 76 anni, ricoverati uno al Civile di Brescia e l’altra al Papa Giovanni XXIII di Bergamo: i due sono ancora in Rianimazione. I due, di Iseo, sono molto noti, soprattutto Franceschetti, patron delle Gefran di Provaglio d’Iseo, azienda leader nei sistemi e componenti per l’automazione ed il controllo dei processi industriali. Franceschetti, nel 2018, aveva rassegnato le dimissioni, ma è rimasto molto legato all’azienda, di cui è stato nominato presidente onorario, lasciando la guida alla figlia Maria Chiara.

Critiche le condizioni anche di Aldo Olivieri, marito della vittima, che dopo il ricovero ad Esine è stato trasportato a Brescia: al suo fianco, le figlie Mariachiara e Gloria. L’uomo, con la moglie, si stava recando a Lava di Malonno per i funerali di Mery Moreschi, suocera di Domenico Ghirardi, fratello di Giacomina. La comunità di Malonno si è stretta intorno a Domenico ed alla sorella residente a Capo di Ponte: Giacomina, nonostante vivesse da anni a Nogara (Verona), tornava spesso in Vallecamonica. I funerali della donna si terranno sabato alle ore 15:30 nella chiesa parrocchiale di Nogara.

Share This