Era di Castro ma lavorava per un’azienda camuna Giancarlo Carizzoni, 56enne morto mercoledì sera dopo un incidente sul lavoro. L’uomo, dipendente della Euromec di Berzo Inferiore, per cui svolgeva lavoro di sviluppo e manutenzione di impianti industriali, era a Vicenza, impegnato nelle Acciaierie Beltrame.

Stando ad una prima ricostruzione, Carizzoni stava lavorando nel piazzale dell’acciaierie quando, intorno alle ore 16:30 di mercoledì, una gru guidata da un operaio di un’altra ditta esterna avrebbe toccato dei cavi di media tensione.

Il 56enne, in quel momento a contatto diretto con il materiale per coordinarne lo spostamento, sarebbe stato così travolto da una scarica elettrica che non gli ha lasciato scampo: l’uomo è stato portato all’ospedale San Bortolo di Vicenza, ma non c’è stato nulla da fare.

La salma rimane a disposizione dell’autorità giudiziaria: la Procura ha avviato un’indagine per chiarire le responsabilità, mentre i sindacati hanno indetto otto ore di sciopero. Carizzoni, molto noto a Castro per il suo impegno a favore della comunità ed all’interno della parrocchia, lascia la moglie Rossana, i figli Alberto, 18 anni, ed Alessia, di 12 anni e la sorella Patrizia.

Share This