Una domenica di bel tempo e di uscite in montagna, che ha portato anche qualche incidente. Diversi gli interventi che si sono susseguiti durante la giornata, che hanno mobilitato il Cnsas V delegazione bresciana e gli operatori di Areu.

Il primo attorno alle 11:30 a Ono San Pietro, dove l’eliambulanza giunta da Brescia ha recuperato con il verricello, con l’ausilio del Soccorso Alpino, una donna di 48 anni, che aveva riportato un infortunio a una caviglia in una zona impervia nei pressi del Rifugio Baita Iseo, trasportandola all’ospedale di Esine in codice verde.

Poco dopo, alle 12:30, l’eliambulanza decollata da Sondrio ha soccorso un motociclista 27enne caduto sui tornanti del Gaver, in territorio di Breno. Abbastanza seri i traumi che ha riportato: si è reso necessario il ricovero ai Civili di Brescia in codice giallo.

Intervento anche sul Sebino, a Zone, nel primo pomeriggio, per una 41enne caduta durante l’escursione lungo il sentiero degli gnomi. I soccorritori l’hanno raggiunta, stabilizzata e trasportata con la barella portantina fino al mezzo fuoristrada del Cnsas e poi in paese a Zone, dove c’era l’ambulanza, che infine l’ha portata in codice giallo al vicino ospedale di Iseo.

L’elisoccorso da Bergamo è dovuto intervenire a Borno in località Play, a circa 1300 metri di quota, per due donne di 48 e 57 anni, coinvolte in un infortunio. Una di loro ha riportato una probabile lussazione a una spalla; la squadra del Cnsas è partita a supporto delle operazioni dell’elisoccorso di Brescia, che l’ha recuperata e portata in ospedale a Esine.

Malore lungo la strada 294 della Val di Scalve nei pressi di Paisco Loveno per un 70enne, per il quale si è reso necessario l’intervento in codice giallo dell’elisoccorso da Brescia, che ha trasportato l’anziano a Sondrio in condizioni piuttosto serie.

Attorno alle 16:00 un bambino di 10 anni è stato soccorso a Vezza d’Oglio dall’eliambulanza e ricoverato in codice giallo al Pediatrico dei Civili di Brescia.

Share This