È morto a 53 anni in un campo, mentre scendeva a piedi, forse per shock anafilattico in seguito alle punture riportate dopo essersi imbattuto in un nido di vespe o calabroni.

Ancora contorni incerti per la vicenda avvenuta lunedì pomeriggio tra Ceratello di Costa Volpino e Darfo Boario Terme, cittadina dove l’uomo viveva con la sorella.

Il 53enne si sarebbe allontanato a piedi dalla casa di un conoscente, forse già in stato confusionale dopo aver assunto sostanze, e avrebbe camminato fino a raggiungere le frazioni basse di Costa Volpino.

Le urla dell’uomo, che si sarebbe anche denudato per mettersi in salvo dall’attacco degli insetti, sono state udite da un residente, che ha cercato di aiutarlo e ha chiamato i soccorsi. Quando però i sanitari e le forze dell’ordine hanno raggiunto la campagna per il darfense non c’era più nulla da fare.

La salma è stata trattenuta a disposizione dell’autorità giudiziaria: i carabinieri di Clusone vogliono accertare le cause del decesso.

Share This