La dotazione per il bando lanciato dalla Regione Lombardia e riservato agli “interventi finalizzati all’avvio di processi di rigenerazione urbana” si espande. La giunta regionale, infatti, su proposta di Pietro Foroni, assessore al Territorio ed alla Protezione Civile, ha approvato un incremento di ulteriori nove milioni di euro, che si aggiungono ai cinque milioni di avanzo di amministrazione precedentemente messi a disposizione e che si sommano ai 200 milioni di euro stanziati inizialmente.

I nuovi fondi permetteranno di finanziare anche quei Comuni che, scorrendo la graduatoria, hanno ottenuto un punteggio pari a 61 e che erano già idonei ma non finanziati per mancanza di risorse. In Vallecamonica, grazie a questo nuovo finanziamento, sono in arrivo un milione di euro, divisi tra Cimbergo e Borno, che riceveranno 500mila euro ciascuno.

“La misura”, ha spiegato Foroni, “prevede interventi pubblici, in relazione alle strategie di rigenerazione urbana dei Comuni, finalizzati alla ripresa economica del territorio lombardo dopo l’impatto dell’emergenza epidemiologica”.

Le opere pubbliche potranno riguardare il recupero e la sistemazione di immobili e beni pubblici, interventi di eliminazione delle barriere architettoniche e riqualificazione di spazi pubblici e aree verdi urbane per il miglioramento dell’accessibilità e mobilità.

Share This