Due sorelle 80enni che vivono in casa insieme a Iseo sono state truffate da due finti tecnici del gas. Una brutta avventura accaduta mercoledì e già raccontata nei minimi dettagli ai carabinieri di Chiari, chiamati dalle anziane stesse.

Le due sono state derubate, con un ormai classico raggiro, del contenuto di una cassaforte da muro e di oggetti di valore che avevano in casa.

Nel pomeriggio del 10 giugno i falsi tecnici, con tanto di divisa, hanno suonato alla porta dicendo loro che dovevano riparare una perdita di metano nell’abitazione. I malviventi sono così riusciti ad entrare nell’appartamento e uno dei due ha probabilmente spruzzato nella cucina uno spray puzzolente, che ha anche creato problemi di respirazione alle padrone di casa: odore e sensazioni che le donne hanno subito associato alla perdita di cui i truffatori gli avevano parlato.

Convinte a quel punto dell’allarme, le anziane hanno assecondato ogni richiesta da parte dei finti tecnici: da quella di rimanere chiuse in camera mentre eseguivano i lavori, a quella di riporre i gioielli nel frigorifero.

Nel frattempo però i ladri, indisturbati, hanno fatto passare cassetti, mobili e cofanetti, arraffando preziosi e denaro, fino a decidere di sfondare il muro e di portarsi via la cassaforte. Dopo un po’ di tempo le sorelle, non ricevendo risposta da parte dei “tecnici” sono uscite. Sotto shock alla vista della loro casa a soqquadro e del muro preso a picconate, hanno contattato le forze dell’ordine, che ora stanno indgando.

Share This