L’amministrazione comunale di Iseo, a fronte di un milione di euro di mancati introiti relativi alla Tari ed all’Imu, prende provvedimenti.

Se la tariffa rifiuti non verrà pagata scatterà, per gli esercizi, il provvedimento di sospensione della licenza e dell’autorizzazione commerciale e quindi la chiusura dell’esercizio pubblico non solvente. Questo detta il nuovo regolamento relativo alle misure preventive per il contrasto all’evasione dei tributi comunali.

Sono 15 le posizioni morose per un minimo di 25mila euro di tributi comunali.

Si procederà così: l’ufficio invia una lettera di pagamento, per il quale l’esercizio ha 60 giorni di tempo per aderire con un piano rateizzato: dopo il pagamento della prima rata, verranno lasciati ancora 15 più 120 giorni per sanare l’intera posizione, poi scatterà la chiusura.

Con il regolamento sulle misure preventive per il contrasto all’evasione, l’Amministrazione ha approvato anche quello sulle entrate comunali, nel quale si specifica la possibilità di rateizzare le imposte, regolamento voluto per disciplinarne al meglio la riscossione.

Share This