Nella pieve di Iseo c’è un quadro che di recente ha subìto un’opera di restauro che l’ha riportato al suo originario splendore. E’ la “Madonna con bambino che porge il Vangelo a San Marco alla presenza dei Santi Francesco d’Assisi, Giovanni Evangelista, Giovanni Battista e Carlo Borromeo”, dipinto del 1617 realizzato dal frate Gian Francesco Benigni da Praolbino.

Il restauro, in realtà, inizialmente non era previsto: nel 2018, infatti, la Fondazione l’Arsenale di Iseo aveva avviato l’iniziativa “L’arte per l’arte”, con cui voleva raccogliere tramite la vendita di alcuni quadri dei fondi per il restauro dell’affresco della “Danza macabra” nella chiesa di San Silvestro. Ma la Soprintendenza sconsigliò quell’operazione, perché prima sarebbe stato necessario eseguire la sistemazione interna della chiesa stessa.

La Fondazione, d’accordo con don Giuliano Baronio, parroco di Iseo, ha così deciso di dirottare i fondi raccolti (ovvero 4.050 euro) a favore della tela del Benigni, rovinata dal tempo e dal riscaldamento a gasolio. Insieme all’aiuto di alcuni privati è stata così raggiunta la somma che ha permesso il restauro del dipinto, che si va ad aggiungere ad altre opere destinate al restauro della pieve: di queste, due saranno finanziate da privati in ricordo di persone a loro care e riguarderanno il presbiterio, gli affreschi della cupola, il transetto ed il quadro di Gesù nell’Orto degli ulivi.

Share This