La fine non accettata di una relazione è stata alla base del comportamento violento, fortunatamente non sfociato in gesti di aggressione, da parte di un 23enne di Gussago che, la sera di giovedì scorso, ha fatto passare delle ore di tensione ad una famiglia di Iseo.

Il giovane, infatti, non accettava che la ragazza lo avesse lasciato: già la sera precedente si era appostato sotto casa sua, senza però ottenere nessun risultato. Giovedì sera ci ha riprovato, questa volta cominciando a dare calci e spallate alla porta d’ingresso dell’abitazione della famiglia della giovane che, preoccupata, ha chiamato i carabinieri.

Alla loro vista il giovane è scappato, restando però in contatto con l’ex inviandole messaggi in cui la minacciava che si sarebbe fatto del male. I militari, una volta rintracciato, sono riusciti a fermarlo: il 23enne è stato consegnato alle cure della Croce Rossa di Iseo, per poi essere trasferito a Brescia per i dovuti accertamenti. I danni alla porta, invece, sono stati ripagati dai suoi genitori, mentre la famiglia di lei, per ora, ha deciso di non sporgere denuncia.

Share This