Sono passati ormai più di cinque anni da quando il lago d’Iseo finì sotto i riflettori mondiali grazie a The Floating Piers, l’installazione di Christo che permise, per due settimane, di camminare sul lago e raggiungere a piedi Monte Isola, partendo da Sulzano.

Un’opera che ebbe un’eco internazionale e che attirò sul Sebino 1,2 milioni di visitatori. Eppure, ancora oggi se ne parla ed ancora oggi lo specchio d’acqua lacustre continua ad attirare la curiosità di molti. Anche quella di Guido Morandini, regista che ha dedicato al Sebino un documentario, “Iseo prima e dopo Christo”, in onda su Rai 5 il 26 dicembre alle ore 22:10.

Sarà un modo per scoprire quanto sia cambiata la vita di chi risiede nei Comuni che furono coinvolti nel progetto e quanto ancora oggi il turismo del lago stia beneficiando della popolarità ricevuta in soli quindici giorni.

The Floating Piers aveva portato la Regione a finanziare un accordo per lo sviluppo dell’area del Sebino, coinvolgendo i Comuni interessati ed affinché tutta l’area del lago d’Iseo potesse approfittare del rilancio turistico: il documentario racconterà tutto questo.

Share This