Si terrà venerdì 8 giugno alle ore 18 presso la Chiesa Vecchia di Sant’Andrea, durante la giornata conclusiva della parte malegnese del Festival Abbracciamondo, la firma congiunta di alcuni Comuni della Valle alla campagna per il disarmo nucleare “Italia Ripensaci”.

 

Promossa dalla Rete Italiana per il Disarmo e da Senzatomica, la Campagna “Italia, ripensaci” è nata a ottobre 2016, in occasione del voto nel Primo Comitato dell’Assemblea Generale dell’ONU sulla risoluzione che chiedeva all’Assemblea Generale di approvare una conferenza di Stati per adottare uno strumento giuridicamente vincolante che prevedesse la messa al bando e lo smantellamento delle armi nucleari.

Per la Vallecamonica hanno aderito (o sono in fase di adesione) alla Campagna i Comuni di: Malegno, Cevo, Cerveno, Losine, Braone, Berzo Demo e l’Unione dei Comuni della Val Saviore. La Provincia di Brescia ha aderito al percorso con un ordine del Giorno approvato durante le scorse settimane.

 “Partendo dall’evento avvenuto a Brescia il 2 febbraio, stiamo costruendo in Provincia un percorso di raccolta di ordini del giorno approvati all’interno delle istituzioni pubbliche, con l’obiettivo di presentare in Parlamento firme e ordini del giorno approvati il 7 luglio, primo anniversario dell’adozione alle Nazioni Unite del Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari, per spingere anche l’Italia ad aderire allo stesso Trattato di messa al bando delle armi nucleari”, afferma il sindaco di Malegno Paolo Erba.

Share This