Martedì 17 agosto, presso il Palazzetto Comunale di Borno si è svolta la sempre attesa serata finale di premiazione dei vincitori della 14a edizione del “Premio Letterario – Racconta una storia breve”, organizzata dall’Associazione Circolo Culturale “La Gazza”, avente quest’anno per titolo “Un’emerita fandonia”, primo appuntamento nel programma “Borno Incontra, il Festival” dedicato al tema della bugia.

Dieci vincitori ufficiali tra i 325 racconti pervenuti: Giorgio Contessi ha ricevuto il Primo Premio per la “Categoria Adulti”: ha raccontato il viaggio della giovane Anita per conoscere i luoghi e la storia dei suoi avi per poi scoprire, in una vecchia scatola di latta, le fandonie raccontate sulla “Merica”.

A Leonardo Cobelli è stato assegnato il “Premio Speciale della Giuria” per la “Categoria Adulti”; Elena Beccagutti ha conseguito il Primo Premio per la “Categoria Giovani Under 18”; Enrica Tais e Gianfranco Martuscelli si sono aggiudicati ciascuno la “Menzione Speciale della Giuria” per la “Categoria Adulti”; a Letizia Bertilotti la “Menzione Speciale della Giuria” per la “Categoria Giovani Under 18”; Sofia Avanzini ha vinto il “Premio Speciale Istituto Bonafini Lab”.

Thais Aquini, Giulia Panighetti e Maria Damiola hanno ricevuto la “Menzione Speciale della Giuria Istituto Bonafini Lab”. Thais Aquini ha vinto anche il Premio Speciale del Pubblico, istituito quest’anno come nuova categoria tra i dieci racconti vincitori e selezionati dalla Giuria di qualità. In questa nuova categoria, su 845 consensi pervenuti per scegliere il migliore racconto del pubblico tra i 10 selezionati dalla Giuria di qualità, la giovane Thais Aquini ha ricevuto 273 voti, ricevendo la targa ufficiale ed un cesto di prodotti locali offerti dall’“Azienda Agricola “Presolana”.

La Presidente di Giuria Patrizia Spinato nel corso della serata si è congratulata con tutta l’organizzazione del Premio Letterario e con i colleghi per un’edizione di qualità pur in tempo di pandemia, mettendo in luce le diverse sfaccettature della bugia tra gli adulti.

Sono intervenuti alla serata Emanuele Begliomini, Rettore dell’Accademia della bugia, e Stefano Santomauro, attore. Il primo con un breve video di saluto e ringraziamento nella collaborazione con l’Associazione Circolo Culturale “La Gazza”, presentando le finalità e le attività di questa storica organizzazione presso la cittadina di Le Piastre presso Pistoia. Il secondo per raccontare il proprio ruolo di performer livornese incentrato sul tema della bugia con lo spettacolo teatrale “Fake Club”.

La manifestazione ha coinvolto il numeroso pubblico tra le letture dei racconti vincitori, interpretate da Bibi Bertelli e Tino Bellicini del Centro Culturale Teatro Camuno, con i brani cantati dalle voci di Simona Amorini e Annalisa Baisotti, accompagnate dalle note di Simona Cotti al pianoforte.

Share This