In vista delle elezioni amministrative del 2021, che in Vallecamonica interesseranno otto Comuni, si iniziano a formare i gruppi e a impostare le liste da candidare. Anche la segreteria provinciale della Lega di Vallecamonica, coordinata dal commissario Roberto Laffranchi e dal responsabile enti locali Francesco Sangalli, ha intrapreso con i propri militanti un lavoro di relazione atto a definire le eventuali candidature.

I leghisti starebbero guardando con interesse verso sei Municipi: Ono San Pietro, dove la sindaca uscente Elena Broggi non potrà più ricandidarsi; Losine, guidato attualmente dalla Civica di Mario Chiappini; Artogne, dove la sindaca Barbara Bonicelli si ripresenterà; Esine, che attualmente ha un’impronta leghista; Pian Camuno, dove si attendono indiscrezioni sui candidati, e Incudine, dove il sindaco ha già annunciato di non ripresentarsi. La Lega, non è dato sapere se per ragioni politiche o per la mancanza di candidati, tralascia dal suo elenco Bienno e Ossimo, attualmente guidati da due assessori in Comunità Montana, Maugeri e Farisè.

Su questo fronte la segreteria sottolinea che l’accordo politico stipulato nel 2016 nei comuni di Artogne ed Esine ha consentito al partito di essere rappresentato oltre che nelle due amministrazioni comunali – con vice sindaco di Artogne Fabio Cantoni e vice sindaco di Esine Enrico Della Noce – anche in Comunità Montana, in quanto lo stesso Della Noce è stato nominato l’estate scorsa Vice Presidente e Assessore all’agricoltura e bonifica montana, e al GAL, presieduto dal leghista artognese Roberto Arrigoni.

Laffranchi e i suoi puntano a proseguire la campagna anche dopo le amministrative 2021, perché l’anno prossimo si voterà per eleggere la nuova Giunta del Comune più popoloso della Vallecamonica, Darfo Boario Terme.

Share This