I Campionati Italiani Assoluti di Kata maschile regalano una grandissima soddisfazione per l’ASD Master Rapid SKF CBl che per la prima volta è società Campionessa d’Italia nella categoria più prestigiosa della specialità del kata.

Protagonista della grande impresa Gabriele Petroni che, inserito in una poule molto insidiosa, supera uno dopo l’altro il Campione Europeo Under 21 Giuseppe Panagia per 5 a 0 ed il Campione Italiano 2017 Alessandro Iodice per 4 a 1 poi, in una finale tiratissima contro l’amico Mattia Busato, cede per una sola bandierina.

L’evento in scena al PalaPellicone di Ostia Lido (Roma) ha visto i migliori 120 atleti d’Italia provenienti da 80 karate club sfidarsi ed alla fine l’epilogo non ha mancato di riservare sorprese.

Ma la corrazzata Master Rapid SKF CBL non è rappresentata in questa trasferta da un solo atleta ma da un vivaio nel quale emerge lo scalpitante Cristian Serra che riesce nella seconda impresa della giornata e con un 5° posto prestigioso entra di diritto a far parte degli atleti di interesse nazionale.

Così come Giulio Sembinelli, Michael Bonomelli e Manuel Pe o come il brillante Franco Sacristani che viene fermato solo dopo 4 turni dal campano Alessandro Iodice Campione d’Italia uscente ma che non viene ripescato per concorrere alla medaglia di bronzo poiché lo stesso Iodice dovrà cedere alla giornata di grazia di Gabriele Petroni. Da sottolineare anche la prova di Sara Provenzi ma ecco la cronaca degli incontri:

Nella classifica riservata alle società sportive domina quindi l’ASD Master Rapid SKF CBL con 17 punti a debita distanza il Centro Sportivo Esercito Roma 10 punti, la Metropolitan Karate di Brindisi 9 punti e la Star Top Line Napoli con 7.

Share This