Uno dei progetti all’interno de La Memoria delle Pietre sta giungendo a conclusione. Grazie ad un finanziamento di 90mila euro da parte della Comunità Montana e di alcuni privati, infatti, è stato possibile restaurare venti portali in pietra di edifici religiosi ed abitazioni pubbliche.

I lavori sono quasi tutti terminati: il più consistente è stato ad Esine, dove con 12mila euro è stato sistemato il portale della parrocchiale; a Bienno quello della chiesa dei Santi Faustino e Giovita per 9mila euro, mentre con 8mila euro è stato sistemato il portale della chiesa di Sant’Apollonio di Prestine e con 8.250 euro quello della chiesa dei Santi Cosma e Damiano di Ossimo Inferiore.

Restaurati anche i portali delle chiese della Sacca di Esine, di Vezza d’Oglio, della Santissima Trinità di Zoanno di Pontedilegno e di San Giuseppe e Gregorio di Darfo (6mila euro ciascuna). “Si restituisce al territorio camuno un patrimonio inestimabile”, ha detto Attilio Cristini, assessore alla Cultura in Comunità Montana, “si riempie un vuoto significativo nella ricerca, nella documentazione e valorizzazione delle risorse culturali ed artistiche della Vallecamonica”. Il progetto de La Memoria delle Pietre ha da poco debuttato anche online, con un sito internet che racchiude le sue iniziative, a cui si aggiungeranno l’anno prossimo nuove installazioni e la festa conclusiva.

Share This