Provincia, Ufficio scolastico territoriale e Agenzia del Trasporto pubblico locale, con il coinvolgimento della Prefettura, stanno mettendo a punto il Piano scuole superiori. In tutto fanno capo alla Provincia 130 plessi e l’ente ha competenza anche sul trasporto su gomma dei loro studenti.

Il Broletto conferma i 2,3 milioni all’Agenzia Tpl, di cui oltre 900mila euro sono già stati erogati, per integrare ciò che manca entro ottobre.

I 2 milioni di fondi Pon del Ministero dell’Istruzione, e altri 530mila euro arrivati col decreto Rilancio, sono stati investiti per ammodernare le strutture scolastiche, adeguarle alle disposizioni anti-contagio e potenziare la connessione Internet con la fibra ottica.

Nel corso della conferenza stampa relativa alla ripartenza dell’attività didattica svoltasi a Brescia è stato precisato che il sistema di trasporto pubblico bresciano, dovendo rispettare il contingentamento del numero di passeggeri, non è nella condizione di accompagnare tutti gli alunni in classe entro le 8 del mattino: l’ingresso sarà quindi differenziato.

A tal proposito il contributo della Provincia aiuta l’Agenzia del Tpl a riprogrammare 650 corse: l’Agenzia presieduta da Claudio Bragaglio ha stimato di dover spendere 1,5 milioni per le percorrenze chilometriche aggiuntive.

Filippo Ferrari, consigliere delegato della Provincia, ha fatto quindi il punto sugli interventi sulle strutture scolastiche. Si va dall’adeguamento dei servizi igienici e il rinnovo degli infissi, fino al collegamento con la fibra ottica nelle scuole che ne sono sprovviste. Nello specifico per la connessione sono a disposizione 100mila euro, mentre 50mila euro servono per l’acquisto dei banchi monoposto.

Complessivamente sono una quarantina gli istituti interessati da interventi strutturali finanziati dal Broletto. A tutto ciò si aggiungono venti interventi in ottica antisismica per 1,8 milioni e indagini diagnostiche su una quindicina di strutture. Agli interventi eseguiti dalla Provincia di Brescia se ne affiancano altri, finanziati da fondi Pon erogati direttamente alle scuole per riorganizzare gli spazi.

Share This