La Provincia decide di mettere mano alla situazione delle strade bresciane.

 

E’ stato infatti annunciato che durante l’estate saranno effettuati dei lavori che dovrebbero andare a migliorare la condizione su 65 strade: lavori che cercheranno di risolvere o di ridimensionare il problema delle buche, aggravato non solo dalla burocrazia e dai tempi lunghe per ottenere le risorse necessarie, ma anche dal rigido freddo dell’inverno scorso, che ha costretto l’utilizzo di sale sulle strade, peggiorandone lo stato.

A disposizione ora, però, ci sono 25 milioni di euro, che saranno utilizzati nel quadriennio 2018-2021 su 430mila metri quadri di manto stradale, vale a dire il 4% del totale. Il tutto, in attesa di ulteriori fondi dal Ministero delle Infrastrutture, che potrebbe portare altri 28 milioni di euro.

I lavori, come detto, si effettueranno quest’estate e toccheranno un po’ tutte le strade bresciane: in Vallecamonica saranno interessati 48.500 metri quadri di strada: ad esempio, gli operai arriveranno a mettere delle ‘toppe’ sulla Statale 42 a Cedegolo, sulla Sp84 a Berzo Demo-Cevo, sulla Sp345 a Breno-Malegno-Bienno e sulla Sp5 a Borno.

Ecco l’elenco delle strade camune in cui si effettueranno i lavori:

Statale 42-Cedegolo;

Sp6-Cevo;

Sp84 Berzo Demo-Cevo;

Sp88 Cimbergo-Cevo-Paspardo;

Sp345 Breno-Malegno-Bienno;

Sp8 bis Esine;

Sp91 Niardo;

Sp109 Bienno;

Sp5 Borno;

Sp510 Marone-Pisogne.

Share This