Per riorganizzare la Curia diocesana, mons. Pierantonio Tremolada, vescovo di Brescia, ha deciso di mettere in atto una vera e propria rivoluzione, all’insegna della maggiore efficienza in ogni ufficio.

 

Per farlo, ha chiesto l’aiuto di don Carlo Tartari, già direttore dell’Ufficio diocesano delle Missioni, che ha passato al setaccio ogni ufficio e parlato con direttori e personale al lavoro al loro interno. Don Tartari ha così steso un dossier che è stato presentato martedì e che sarà il punto di partenza per la riorganizzazione voluta da Tremolada.

Una riorganizzazione che si muoverà soprattutto sulla necessità di far dialogare maggiormente gli uffici della Diocesi, sia nel loro lavoro che nella organizzazione di eventi. A don Carlo Tartari, nominato dal Vescovo nuovo vicario per la pastorale dei laici, il compito di mettere a punto una macchina che permetta a tutti di lavorare al meglio. Il tutto sotto la supervisione di Tremolada, deciso a riorganizzare la Diocesi fin dalla recente nomina dei nuovi vicari, tra cui anche il camuno don Mario Bonomi.

Share This