Dopo il nullaosta della Procura, Artogne accoglie la salma di Gianluca Fanchini, 49enne del paese morto lunedì 19 luglio a seguito di un tragico infortunio sul lavoro avvenuto a Sorbolo Mezzani, in provincia di Parma. I funerali sono stati fissati per lunedì alle ore 16:oo presso il cimitero.

Nel dolore la mamma Bortolina, che viveva con il figlio, già provata da un tragico destino: suo marito e una figlia sono morti per malattia nello stesso giorno, qualche anno fa.

La Procura di Parma ha aperto, come atto dovuto, un fascicolo d’indagine per la morte di Gianluca Fanchini. Il Pm Paola Dal Monte ha disposto, quale primo accertamento tecnico irripetibile, l’esame autoptico, effettuato giovedì pomeriggio sul corpo dell’operaio.

I familiari della vittima si sono affidati al gruppo Giesse Risarcimento Danni, specializzato nel risarcimento di incidenti mortali, nominando come proprio consulente tecnico la dottoressa Darica Soprani; il Pm Dal Monte ha nominato invece come proprio consulente tecnico la dottoressa Donatella Fedeli.

“È ferma volontà nostra e dei familiari chiarire ed accertare cosa esattamente sia accaduto in quei tragici momenti” sottolinea Riccardo Rigonat, responsabile di Giesse Brescia. Il gruppo ha seguito casi di vittime del ponte Morandi di Genova o del naufragio della Costa Concordia, solo per citare due gravi fatti balzati alle cronache internazionali.

Share This