È morto a 78 anni il politico bresciano Giovanni Prandini.

Originario di Calvisano, fu eletto per la prima volta deputato nel 1972, nelle fila della Democrazia Cristiana.

Durante la a sua carriera fu anche senatore e ministro della Marina mercantile prima (1987-1989) e dei Lavori pubblici poi, tra il luglio del 1989 e l’aprile del 1991.

All’interno della Dc bresciana arrivò a ricoprire il ruolo di segretario provinciale. Aveva buoni rapporti con il mondo politico della Vallecamonica, che fu sempre larga di consensi per lui.

In Parlamento fino al 1994, fu travolto da una lunga e tormentata vicenda giudiziaria sfociata in una condanna in primo grado a sei anni nel 2001 a sei anni e quattro mesi per tangenti sugli appalti Anas, sentenza poi annullata due anni dopo in Appello, fino al definitivo proscioglimento nel 2005.

Suo figlio Ettore Prandini è presidente di Coldiretti a Brescia e in Lombardia, mentre la figlia Giovanna Prandini è presidente di Brixia Forum, la società che gestisce la fiera di Brescia.

Share This