Da lunedì scorso, la Sebina Occidentale è passata ufficialmente nelle mani dei Comuni che ne sono attraversati. L’atto di consegna da Provincia di Brescia a Comuni è avvenuto alla presenza di Pierpaola Archini, Direttore del settore Strade e Trasporti, di Marco Ghitti, presidente della Comunità Montana del Sebino Bresciano, e di Paola Pezzotti, Marisa Zanotti ed Alessio Rinaldi, rispettivamente sindaci di Sulzano, Sale Marasino e Marone.

Proprio questi tre Comuni si suddivideranno buona parte dei fondi regionali all’interno del “Piano Marshall” che serviranno per la sistemazione della strada. In particolare, a beneficiarne maggiormente sarà Sale Marasino, dove si trova il tratto più malconcio, con 360mila euro, mentre a Sulzano e Marone ne andranno 230mila ciascuno.

Le opere riguarderanno l’asfaltatura, la riqualificazione della segnaletica, la sistemazione dei dossi e della pista ciclopedonale e l’adeguamento dell’illuminazione pubblica. Sempre i singoli Comuni, da ora, potranno valutare eventuali chiusure della strada a seconda di esigenze come lavori o manifestazioni, mentre l’aspetto riguardante l’area verde sarà inserito in un piano di cui si occuperà la Comunità Montana del Sebino. In questo modo, la litoranea diventerà sempre più tragitto da percorrere per chi vuole godere del paesaggio ed ad una velocità ridotta.

Share This