Dopo 15 anni di attesa, arriva la svolta per il depuratore di Edolo, Sonico e Malonno.

 

I tre paesi dell’alta Valle scaricano ancora oggi i reflui fognari nell’Oglio, facendoli arrivare nel lago d’Iseo.

Nei prossimi giorni la Società idrica di Vallecamonica (Siv), avendo ottenute tutte le autorizzazioni necessarie in qualità di stazione appaltante e formalizzato un contratto di supporto con la società Acque Bresciane preparerà il bando di gara.

In appalto andrà il primo stralcio funzionale del depuratore e delle fognature che collegano la prima unità di Malonno.Il via al primo stralcio funzionale dell’opera, che riguarderà il collegamento delle fognature di Malonno all’impianto che sorgerà nella zona malonnese di Molbeno, dovrebbe essere dato all’inizio del prossimo anno. La progettazione esecutiva del secondo lotto, il collettore Edolo-Sonico-Malonno, dovrebbe arrivare entro la fine del 2019.

Per il primo lotto ci vorranno circa 4,7milioni di euro, comprensivi di Iva e somme a disposizione per circa 3,8 milioni di lavori. I fondi sono stati conseguiti con un contributo regionale di 600mila euro, 1,1 milioni sono stati messi a disposizione dai tre Comuni e 3 milioni arriveranno da un mutuo che la Siv ha già acceso con l’Agenzia di credito, con la garanzia che l’Ufficio d’ambito (Ato) coprirà il rimborso delle rate di ammortamento.

Share This