Tornavano da una serata dedicata alla grande passione che le accomunava: il ballo.

Erano state all’Art Club di Desenzano e al momento di rientrare, Elena aveva chiesto all’amica di sostituirla alla guida della sua C1.

Ma a pochi chilometri da casa è accaduta la tragedia.

La dinamica esatta dello schianto è ancora al vaglio dei carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Breno, intervenuti sul posto per i rilievi.

Erano circa le quattro della notte tra mercoledì e giovedì. Elena Pezzotti, 54enne di Lovere, viaggiava come passeggera sulla sua Citroën C1 guidata da un’amica 47enne di Cerete.

Giunte all’altezza della stazione ferroviaria, dove la strada incrocia con via Bettoni, l’utilitaria è uscita di strada schiantandosi violentemente contro uno degli alberi che si trovano sul marciapiede. Il lato passeggero dell’auto, dove si trovava Elena, è finito letteralmente accartocciato, non lasciandole scampo.

Ai soccorritori, giunti sul posto dopo essere stati allertati da alcuni residenti della zona, la situazione è apparsa subito gravissima: l’ambulanza della Croce Blu ha trasportato Elena Pezzotti al Pronto soccorso dell’ospedale di Lovere, dove però i medici hanno dovuto constatarne il decesso.

La 47enne, invece, dopo essere stata stabilizzata dal personale dell’eliambulanza atterrata a Rogno, è stata trasferita al Civile di Brescia, dove si trova ricoverata in prognosi riservata ma non in pericolo di vita.

Elena Pezzotti lavorava da più di vent’anni come collaboratrice scolastica al convitto nazionale «Cesare Battisti» di Lovere, paese, dove viveva insieme al marito Mario Plebani e alla figlia Erika.

La salma, nel corso della giornata di ieri, è stata portata a Brescia a disposizione dell’autorità giudiziaria per l’autopsia, poi potrà essere stabilita la data dei funerali.

Share This