Saliva sui tetti per poi intrufolarsi nelle case e cercare di arraffare il più possibile: una strategia che, però, lo ha portato lontano. E’ stato così arrestato, giovedì pomeriggio a Breno, un 17enne residente in paese con la famiglia, con l’accusa di tentata rapina in abitazione.

Il giovane era stato notato da alcuni residenti, che avevano notato una figura, vestita di scuro, aggirarsi sui tetti di alcune abitazioni in via Chievo. Secondo alcune testimonianze, il 17enne forzava i lucernari per scendere nelle soffitte. Il giovane era riuscito ad entrare in due case di proprietà di due anziane signore.

Nel primo caso, dopo aver frugato in camera da letto, non aveva trovato nulla; nel secondo, invece, è stato scoperto dalla badante della proprietaria, insospettitasi dei rumori provenienti dal piano superiore. Il giovane ha spintonato la donna ed è scappato.

La sua fuga è proseguita per strada, dove prima ha colpito un passante che si era accorto di quello che stava facendo e poi, qualche centinaio di metri più avanti, dai Carabinieri della Stazione di Esine e della Compagnia di Breno. Una volta arrestato, il Giudice del Tribunale per i minorenni ha convalidato il fermo e disposto l’obbligo domiciliare in casa per tutto il giorno.

Share This