Tempo di bilanci per le associazioni di Volontariato della Protezione Civile, che, nel periodo compreso tra il mese di maggio e quello di ottobre, hanno dato atto al Protocollo Operativo sottoscritto con l’Autorità di Bacino Lacuale dei Laghi d’Iseo, Endine e Moro, ed alle Province di Brescia e Bergamo, al fine di garantire la sicurezza nell’area del Sebino.

In totale, le 9 associazioni – 3 bergamasche e 6 bresciane – di Protezione Civile, unitamente alla Guardia Costiera Ausiliaria del Sebino, alla Croce Rossa Italiana ed alle Polizie Provinciali, hanno effettuato 1800 ore di servizio dedicato al pattugliamento delle spiagge di tutta la costa ed al controllo delle acque.

Gli interventi sono stati finalizzati alla prevenzione dei rischi, alla sensibilizzazione sulle tematiche della sicurezza e dei corretti comportamenti da tenere, ed al monitoraggio delle varie situazioni: tutto in collaborazione con le Polizie Provinciali.

“Il protocollo – ha sottolineato Alessio Rinaldi, Presidente dell’Autorità di Bacino – ha garantito anche quest’anno la sicurezza su tutta l’area. Le associazioni hanno fornito un supporto di fondamentale importanza durante la cosiddetta “fase 3” della pandemia, intervenendo sulle spiagge per assicurare il distanziamento sociale, oltre che per fornire consigli e suggerimenti ai bagnanti ed ai natanti, sempre ben accolti”.

L’importo investito nel progetto è di 40mila Euro. Il protocollo operativo, stipulato nel 2019, sarà valido anche nell’estate del prossimo anno.

Le associazioni che hanno sottoscritto il protocollo sono: ANC Grumello del Monte; Associazione dei Volontari di Protezione Civile Sommozzatori di Capriolo; Gruppo Comunale di Protezione Civile di Palazzolo sull’Oglio; Gruppo Intercomunale di Protezione Civile del Sebino Bresciano; Gruppo Soccorso Sebino di Pisogne; Gruppo Sommozzatori Iseo Onlus; Gruppo Sub Montisola; Nucleo Sommozzatori Volontari di Treviglio; Protezione Civile Sommozzatori FIPSAS Bergamo.

Share This