La seconda ondata in Vallecamonica è arrivata più tardi rispetto ad altri territori sia nel Bresciano che nel resto d’Italia. Eppure, l’Asst di Vallecamonica lavora per seguire passo dopo passo l’evolversi della situazione. Nelle ultime ore nel reparto di Terapia Intensiva sono giunti altri due pazienti, provenienti però da ospedali fuori dalla Valle, che si aggiungono ai due camuni, un uomo ed una donna, ricoverati ad Esine dalla settimana scorsa.

Inoltre, il reparto Day Hospital -che l’Azienda sanitaria ha trasformato nel primo reparto Covid- nel fine settimana non avrebbe accolto nuovi pazienti. L’Asst, mentre lavora ad un potenziamento delle linee telefoniche che Centro Unico di Prenotazione prese d’assalto in questi giorni per informazioni e prenotazioni per la campagna antinfluenzale, sta anche reclutando ulteriore personale infermieristico.

A questo proposito, Sellero lunedì ha riaccolto il Dottor Angelo Augenti di Roma, che già nella primavera scorsa era giunto in Vallecamonica per supportare il reparto di Pneumologia e che tornerà in servizio. Infine, come indicato a livello regionale, nelle prossime ore sarà chiusa l’attività chirurgica elettiva non urgente e passibile di programmazione.

Share This