Lo scorso 18 dicembre gli amministratori bresciani sono andati al voto per rinnovare il Consiglio della Provincia di Brescia e sono stati 16 i nuovi consiglieri eletti. Il Presidente rimane Samuele Alghisi, che si è collegato da remoto alla seduta del Consiglio provinciale convocata per il pomeriggio di lunedì essendo in quarantena.

La convalida dei consiglieri, unico punto all’ordine del giorno, ha avuto al centro della discussione la presunta incompatibilità di tre consiglieri neo-eletti: Roberta Sisti e Alberto Bertagna, eletti tra le fila del centrodestra, e di Antonio Bazzani, consigliere uscente del Pd, rieletto a dicembre. L’Avvocatura non si è ancora espressa sulla questione.

Sisti, oltre che sindaco di Torbole Casaglia, è nel cda di Acque Bresciane. Bertagna, assessore comunale a Calcinato, è invece membro del cda di Garda Uno. Entrambe società partecipate dalla Provincia di Brescia, il che renderebbe incompatibili i due ruoli. In realtà sia Bertagna che Sisti avevano già chiesto un parere legale prima di candidarsi, senza che fossero ravvisati ostacoli. Toccherà all’Avvocatura del Broletto decidere sulla loro effettiva incompatibilità: in caso i due esponenti hanno annunciato di essere intenzionati a dimettersi dai rispettivi cda, scegliendo di tenersi le cariche in Provincia.

La questione più complessa riguardava però Antonio Bazzani: a causa del suo lavoro non potrebbe accettare la delega alle strade, che aveva abbandonato già nello scorso mandato, perché potrebbe entrare in conflitto con i bandi per le opere stradali del Broletto. Entro 10 giorni arriverà il parere dell’Avvocatura, nel frattempo si è dato atto di una piena operatività del Consiglio.

Successivamente Alghisi ha comunicato le deleghe ai vari consiglieri. Guido Galperti, vicepresidente, ha le deleghe ad Ambiente e Aeroporto. Antonio Bazzani seguirà pianificazione territoriale e Protezione Civile.

Riconferma di Filippo Ferrari alla Lavori Pubblici – Strade, Pianificazione progettuale delle infrastrutture – Rapporti con società Centro Padane, Rapporti con il territorio provinciale, Comuni e Istituzioni provinciali locali e loro rappresentanze, Aree Omogene.

Diletta Scaglia ha le deleghe a Pari Opportunità, Bilancio, Patrimonio, Enti partecipati dalla Provincia e Affari Generali, Organizzazione e Pianificazione strategica.

Al camuno Giampiero Bressanelli sono stati assegnati: Rapporti fra la Provincia, le Comunità Montane e gli altri Organismi del territorio montano, Rapporti con l’Associazione Comuni Bresciani (ACB), Coordinamento dei progetti relativi al Fondo per lo sviluppo dei Comuni di Confine, Utilizzo della Risorsa Acqua a eccezione del Servizio Idrico Integrato, Transizione Ato di Valcamonica e Personale.

Roberto Bondio si occuperà di Trasporto Pubblico Locale e Integrazione mobilità provinciale, Servizi sociali, Cultura e Turismo; Massimo Vizzardi di Lavori Pubblici – Strade, Pianificazione progettuale delle infrastrutture, Rapporti con società Centro Padane, Rapporti con il territorio provinciale, Comuni e Istituzioni provinciali locali e loro rappresentanze, Aree Omogenee. La delega al servizio idrico integrato è stata assegnata a Marco Apostoli. Samuele Alghisi ha tenuto per sè le deleghe a Pnr, Polizia provinciale e Urp.

Share This