Anche la settimana che sta per chiudersi è stata all’insegna delle piogge abbondanti. Se n’è accorto anche il lago d’Iseo, che ha raggiunto un riempimento quasi massimo: ieri era del 96,4%.

Le portate del fiume Oglio e degli altri affluenti sono quelle che più pesano, in termini di metri cubi d’acqua, sul livello del lago e, per mantenerlo in equilibrio, le manovre del Consorzio dell’Oglio sono costanti.

Ieri, l’altezza sullo zero idrometrico era di 104,1 centimetri, il deflusso di 224,1 metri cubi al secondo e l’afflusso di 253,7 metri cubi al secondo. L’altra soglia di attenzione è riservata per l’asta dell’Oglio a sud di Sarnico, che deve sempre essere monitorata.

La situazione dovrebbe rientrare visto che per i prossimi giorni non è prevista pioggia intanto il monitoraggio è costante così come le regolazioni, assicurano da Consorzio.

Share This