Scongiurato per l’Eden Esine il trasloco per le partite in case in un campo differente da quello del proprio Comune. Si sono infatti ormai conclusi i lavori di sistemazione del campo in località Laghetti, interessato ad inizio 2019 nella parte muraria a sud da un fenomeno carsico che aveva inghiottito parte del terreno sovrastante e reso inagibile il campo stesso.

Il terreno di gioco aveva bisogno di un nuovo tappeto d’usura, che è stato posato grazie ai 350mila euro giunti dal Governo con i fondi a seguito dell’emergenza sanitaria. Fondi che erano vincolati per progetti cantierabili entro la fine del mese: la scelta dell’Amministrazione è quindi caduta sul campo di calcio, che necessitava della manutenzione per poter essere a norma e consentire alla Prima Squadra (ora in Seconda Categoria) ed al settore giovanile di giocare in casa senza traslocare. Il campo è usato in tutto da circa 250 ragazzi di Esine, ma anche da altre formazioni camune.

[Foto da Bresciaoggi]

Share This